Attualità

Sessione autunnale 2017: Protezione dell’infanzia Svizzera sostiene la creazione di un nuovo statuto di protezione

L’esperienza mostra che molte persone ammesse provvisoriamente non potranno fare rientro nel loro Paese di origine in un futuro prossimo. Per i minori, l’accento va posto sull’integrazione e non sul rientro nel Paese di origine. La mozione della Commissione delle istituzioni politiche del Consiglio nazionale Sostituire lo statuto dell’ammissione provvisoria propone di creare un nuovo statuto di protezione. Protezione dell’infanzia Svizzera approva la mozione, a patto che il nuovo statuto garantisca a tutti i minori il diritto all’istruzione. La distinzione tra «persone protette» e «persone protette provvisoriamente» proposta dalla commissione va pertanto assolutamente evitata. Protezione dell’infanzia Svizzera invita inoltre ad accogliere due mozioni, che migliorano le basi per il diritto all’istruzione e che quindi vanno direttamente a beneficio dei minori e delle loro possibilità di sviluppo.


Il tema saliente
Le attività attuale