keyboard_arrow_left Indietro

«Il mio corpo mi appartiene!» dai 14 –16 anni, «Love Limits»

Offerta per allieve e allievi della scuola secondaria, 14 – 16 anni

Lisa minaccia di uccidersi perché Rodrigo vuole lasciarla. Che cosa può fare lui? Fiona scopre su Instagram delle foto che la ritraggono nuda. Che cosa può fare? Afrim vorrebbe finalmente avere un rapporto sessuale, in modo che gli amici la smettano di confabulare alle sue spalle. Come può fare?

La mostra

Nella mostra interattiva «Love Limits», insieme ad adolescenti dai 14 ai 16 anni si discute di questi e di altri temi. L'offerta «Love Limits» è disponibile e può essere prenotata dalle scuole a partire dall’anno scolastico 2021/22. In due ore, del tutto piacevoli, gli allievi osservano le fotografie appese su sei pareti, sotto la guida di un animatore esperto. «Love Limits» coinvolge tutti i sensi e sfrutta diverse forme didattiche. In «Love Limits» gli adolescenti parlano dei lati belli dell’amore e della sessualità e di quelli difficili – le farfalle nello stomaco, la propria personalità, la violenza – e riflettono attivamente sui limiti e sul consenso nei rapporti d’amore e d’amicizia. Suddivisi in tre gruppi, i partecipanti di «Love Limits» hanno l’opportunità di elaborare e commentare autonomamente i contenuti, discutendo se secondo loro è giusto permettere al ragazzo o alla ragazza di avere accesso al proprio cellulare, o chiedendosi oltre quali limiti si parla di violenza sessuale. Gli adolescenti conoscono meglio se stessi e si rendono conto che non è sempre facile chiedere aiuto. «Love Limits» offre, quindi, un contributo alla sensibilizzazione e prevenzione della violenza sessuale tra adolescenti.

Le cifre

Studi scientifici dimostrano che per gli adolescenti il pericolo di violenza sessuale proviene prevalentemente dai coetanei. In Svizzera, al 14% degli adolescenti è già capitato di essere stati costretti a rapporti sessuali o essere stati toccati nelle parti intime contro la propria volontà. Circa un terzo degli allievi interpellati ha già sperimentato abusi sessuali senza contatto fisico, soprattutto su internet. Le violazioni dei limiti cominciano spesso in sordina e talvolta non vengono considerate come atti violenti.

I gruppi target

In una prima fase sono previsti eventi informativi per genitori, rappresentanti legali e insegnanti. Oltre che sui contenuti della mostra, le persone di riferimento adulte vengono informate sui fatti riguardanti la violenza sessuale tra adolescenti e sulle migliori misure di sostegno per i bambini che stanno diventando adulti.

L’origine

«Love Limits» si basa sulla mostra itinerante «Ich säg was lauft!» (dico quello che accade) del centro di protezione dell’infanzia di San Gallo e del centro didattico regionale RDZ Rapperswil-Jona. Nel 2016 la Pädagogische Hochschule di San Gallo ha analizzato questo progetto pilota e ne ha tratto un bilancio positivo. Protezione dell’infanzia Svizzera ha elaborato e aggiornato i contenuti insieme a diversi professionisti.

Danica Zurbriggen
Collaboratrice scientifica settore Programmi
Telefono fisso +41 31 384 29 11
danica.zurbriggen@kinderschutz.ch

Danica Zurbriggen
shopping_cart
Vai al carrello
0