Violenza sessuale

La violenza sessuale sui minori si manifesta in molte forme e riguarda la nostra società nella sua interezza. Il numero dei bambini e adolescenti colpiti in Svizzera è elevato. Sono indispensabili un lavoro di prevenzione efficace, consulenza specialistica in casi sospetti e perseguimento penale coerente.

La violenza sessuale lascia solchi profondi in una persona. Quasi sempre un’aggressione ha conseguenze traumatizzanti per tutta la vita. Per questo i bambini hanno bisogno di una protezione speciale dalle aggressioni: sia nel mondo reale, sia in quello virtuale. Mentre nello spazio reale la violenza sessuale è perpetrata soprattutto da persone conosciute, nelle varie piattaforme e simili i bambini sono esposti a rischi specialmente ad opera di persone che non conoscono e che mirano a conquistarne fiducia.

Riconoscere e proteggere le vittime

Per i bambini colpiti è generalmente difficile parlare di un reato del genere: spesso si sentono responsabili in prima persona. Studi dimostrano che solo una piccola parte dei bambini segnala alla polizia un’aggressione sessuale. Inoltre, i bambini colpiti nella maggior parte dei casi devono confidarsi più volte con qualcuno prima di ottenere aiuto. Numerose organizzazioni pubbliche e private in Svizzera lavorano per migliorare questa situazione e prevenire la violenza sessuale.

La situazione in Svizzera

Secondo il Codice penale svizzero, ogni atto sessuale compiuto davanti a bambini al di sotto dei 16 anni, su di loro e con loro, è passibile di pena. Non ha nessuna importanza se il bambino ha acconsentito o meno all’atto sessuale. Nonostante ciò, in Svizzera circa un bambino su sette ha sperimentato almeno una volta violenza sessuale con contatto fisico ad opera di adulti o bambini più grandi. Nello spazio virtuale la portata delle aggressioni è addirittura maggiore. Le persone che commettono atti violenti provengono dagli ambienti sociali più diversi.

Prevenzione: un compito sociale

Nessun bambino è in grado di proteggersi da solo, senza aiuto, dalle aggressioni sessuali. La prevenzione della violenza sessuale è un compito che riguarda tutta la società. Sensibilizzazione, consulenza e collegamento in rete sono alla base di tutti gli sforzi preventivi. Una prevenzione efficace opera a diversi livelli e presuppone una combinazione di misure nei diversi ambiti sociali. Soltanto così i bambini possono avere una voce in caso di maltrattamenti, in modo che gli adulti riconoscano la violenza sessuale e prendano provvedimenti adeguati per contrastarla.

Prevenzione attraverso l’ordine pubblico

Nel caso di atti criminali sui minori nello spazio reale e in quello virtuale, è fondamentale creare condizioni che ostacolino le azioni criminali delle persone potenzialmente responsabili. Sia per il mondo reale, sia per quello virtuale c’è bisogno di basi legali incisive, di un’esecuzione inefficace e della collaborazione di tutti gli attori, statali e privati.  Soprattutto per quanto riguarda l’ambito online, è indispensabile una cooperazione nazionale e internazionale ancora più stretta tra il lavoro di prevenzione e le autorità di perseguimento penale. Con personale specializzato ed esperto (per esempio per indagini in incognito condotte nei forum di discussione) e le risorse finanziarie necessarie è possibile contrastare in modo deciso questo tipo di criminalità.

Prevenzione nelle istituzioni e nelle organizzazioni per il tempo libero

Le scuole, le istituzioni e le organizzazioni per il tempo libero hanno la responsabilità di impegnarsi per proteggere i bambini e gli adolescenti. La prevenzione della violenza sessuale è sempre un compito primario e rientra nella garanzia della qualità. Un atteggiamento chiaro e provvedimenti strutturalmente radicati, oltre a offerte preventive, riducono il rischio di violenza sessuale. Insieme, permettono ai responsabili di reagire con competenza e coerenza nei casi sospetti.

L’educazione sessuale

L’educazione sessuale è un campo d’azione importante nella prevenzione della violenza sessuale. I bambini devono essere accompagnati nello sviluppo psicosessuale in modo adeguato alla loro età, rafforzandone l’auto-iniziativa. I bambini devono imparare che la violenza sessuale esiste e devono sapere dove possono ricevere aiuto. Devono anche imparare a riconoscere i limiti degli altri e a rispettarli.

Lavoro di prevenzione con gli autori di reati

Non tutte le persone con tendenze pedofile compiono atti criminali, e non tutte quelle che compiono reati sessuali hanno tendenze pedofile. Diversi centri di competenza in Svizzera offrono sostegno e terapia alle persone con tendenze pedofile che hanno bisogno di aiuto. È indispensabile anche lavorare con i bambini e adolescenti autori di reati. L’obiettivo principale è sempre quello di evitare (ulteriori) reati.

Materiale e download

Protezione dell’infanzia Svizzera mette a vostra disposizione tutte le informazioni importanti e i materiali su questo argomento. In caso di domande, siamo a disposizione per offrirvi supporto. info@kinderschutz.ch

Offerte di prevenzione e corsi

Offerte di prevenzione e corsi
Desiderate trattare concretamente questo argomento nel vostro lavoro quotidiano? Qui trovate i nostri programmi e corsi di provata efficacia. Per maggiori informazioni o soluzioni su misura siamo a vostra disposizione: info@kinderschutz.ch

Posizioni politiche

Violenza sessualizzata contro i bambini online

La violenza sessualizzata contro i bambini è sempre una cosa reale, sia online sia offline, e ha effetti devastanti. Per questo Protezione dell’infanzia Svizzera si impegna nella politica e nella società per ostacolare lo sfruttamento dei bambini tramite internet, impedire la violenza sessualizzata contro i bambini e diminuire i rischi sul web.

L’educazione sessuale

In collaborazione con l’iniziativa "Protezione dalla sessualizzazione nella scuola dell’infanzia e nella scuola elementare", Protezione dell’infanzia Svizzera ha compilato una presa di posizione sul tema dell’educazione sessuale contenente delle richieste in merito.

shopping_cart
Vai al carrello
0