keyboard_arrow_left Indietro

Raccomandazioni al Parlamento per la sessione estiva 2021

La pandemia colpisce soprattutto i più giovani. Tra i bambini e gli adolescenti si registra una forte crescita dei disturbi e delle malattie mentali. È urgente identificare e adottare le misure necessarie.

  • Sessiona estiva 2021: Raccomandazioni al Parlamento
    PDF 1.2 MB

Brevi raccomandazioni al Consiglio nazionale

19.4016 02.06.2021

Po. Feri: Violenza sessuale nei confronti dei minorenni in Internet

L’Ufficio federale di polizia svolge un ruolo importante nella lotta contro la pedocriminalità su Internet. Occorre un rapporto che mostri come rendere più efficace il suo operato.

Protezione dell’infanzia Svizzera raccomanda di approvare il postulato.

Violenza sessuale nei confronti dei minorenni in Internet. Che cosa fa l’Ufficio federale di polizia? L’Ufficio federale di polizia (fedpol) svolge un ruolo chiave nella lotta contro la pornografia infantile su Internet: è l’interfaccia tra le reti internazionali di segnalazione e i corpi di polizia cantonali, assicura lo smistamento del materiale comunicato e sostiene i Cantoni. Le indagini più recenti – come la verifica dell’efficacia della lotta contro la cybercriminalità presentata dal Controllo federale delle finanze il 7 aprile 2021 – evidenziano tuttavia che il ruolo di fedpol e le risorse impiegate non sono del tutto chiari, il che riduce l’efficacia della lotta contro questi reati.
19.4105 02.06.2021

Po. Regazzi: Impedire la diffusione in streaming di abusi su minori

Il Consiglio federale deve illustrare le misure necessarie, le strategie e dove occorre intervenire a livello giuridico per lottare contro la diffusione in streaming di violenza sessuale su minori.

Protezione dell’infanzia Svizzera raccomanda di approvare il postulato.

Impedire la diffusione in streaming di abusi su minori e arginare in maniera efficace la prostituzione infantile in Internet È ripugnante: adulti in Svizzera pagano affinché, altrove nel mondo o nel nostro paese, qualcuno compia atti sessuali su un minore, consentendo ai voyeur di guardare in streaming tali atti attraverso servizi di messaggistica criptati. È molto difficile lottare contro questi crimini. Occorre incaricare il Consiglio federale di esaminare quali misure consentono di lottare contro la diffusione in streaming di violenza sessuale su minori. Oltre alle misure e alle strategie necessarie, il rapporto dovrà mostrare anche dove occorre intervenire a livello giuridico per rafforzare la lotta contro la diffusione in streaming della violenza sessuale.
19.3847 09.06.2021

Mo. Masshardt. Finalmente un congedo parentale vero e proprio

Un congedo parentale permette al bambino di stringere con entrambi i genitori un legame sicuro, il che avrà un impatto positivo per tutta la sua vita.

Protezione dell’infanzia Svizzera raccomanda di approvare le mozioni sul congedo parentale.

Rafforzare la conciliabilità tra famiglia e lavoro introducendo finalmente un congedo parentale vero e proprio Puntualmente, le statistiche sulla protezione dell’infanzia mostrano che il rischio di subire violenza fisica è molto elevato durante il primo anno di vita. La pressione e lo stress dei genitori possono infatti indurli alla violenza. Un congedo parentale sgrava sensibilmente le famiglie e può contribuire in modo decisivo a prevenire i maltrattamenti sui minori nei primi mesi di vita. È dimostrato che i padri che usufruiscono di un congedo parentale si impegnano maggiormente durante la prima infanzia, stringono un legame più forte con il bambino e acquisiscono una maggior competenza educativa. L’attuale congedo di paternità di due settimane è troppo breve per produrre effetti durevoli. Protezione dell’infanzia Svizzera raccomanda di approvare anche le due mozioni (Quadranti) Feri 19.3848 e Bertschy 19.3849 per un congedo parentale di 14 settimane.
21.3457 16.06.2021

Po. CN (CSEC-CN). Rafforzare la salute psichica dei giovani

Le segnalazioni dei servizi specializzati e delle istituzioni psichiatriche per bambini e adolescenti attestano un netto incremento dei disturbi e delle malattie mentali nei minori, che va affrontato urgentemente.

Protezione dell’infanzia Svizzera raccomanda di approvare il postulato.

Rafforzare la salute psichica dei giovani A causa della pandemia e delle sue conseguenze, i bambini e gli adolescenti soffrono di gravi disturbi mentali. Le istituzioni e i servizi specializzati segnalano un aumento dei disturbi alimentari, delle depressioni e dei suicidi come pure del numero di bambini e adolescenti che cercano aiuto. Si sono create liste di attesa, anche lunghe, per accedere alle offerte di aiuto. Il Consiglio federale deve presentare un rapporto urgente, che illustri le conseguenze della pandemia sulla salute mentale dei bambini e degli adolescenti, le misure che consentono di salvaguardare la salute mentale nonché le soluzioni per garantire il sostegno necessario.

Brevi raccomandazioni al Consiglio degli Stati

19.073 08.06.2021

Oggetto del CF. Misure di promozione civile della pace e dei diritti dell’uomo

L’INDU dovrà occuparsi di tutti i diritti umani, compresi quelli dei minori. Ciò presuppone che eserciti anche una funzione di vigilanza e di mediazione e che contribuisca così a far rispettare i diritti dell’infanzia.

Protezione dell’infanzia Svizzera raccomanda di entrare in materia e di seguire, all’art. 10b cpv. 1, le proposte del Consiglio federale e della minoranza della Commissione.

Misure di promozione civile della pace e di rafforzamento dei diritti dell’uomo. Legge federale Il compito dell’Istituzione nazionale per i diritti umani (INDU) è tutelare e promuovere tutti i diritti umani, compresi quelli dei minori. L’accesso senza discriminazioni alla giustizia è un diritto umano molto importante soprattutto per i bambini, che a causa del loro stadio di sviluppo sono particolarmente a rischio di discriminazione, ma pure per altri gruppi vulnerabili. L’INDU dovrà provvedere all’attuazione di questo diritto e potrà farlo pienamente solo se le sarà attribuita una funzione di vigilanza e di mediazione. Contrariamente al Consiglio federale, la maggioranza della CPE-CS non vuole invece riconoscere tale funzione all’INDU.
shopping_cart
Vai al carrello
0