Sessione autunnale 2019: Raccomandazioni brevi al Parlamento

Grazie agli aiuti finanziari della Confederazione, le organizzazioni familiari possono garantire tra l’altro l’accompagnamento e la consulenza alle famiglie, comprese quelle monoparentali, nonché la formazione dei genitori. Il sostegno alla famiglia può essere il fattore chiave per uno sviluppo sano, soprattutto per i minori a rischio.

Trovate i pareri dettagliati su questo e altri oggetti nelle nostre raccomandazioni.

Sessione estiva 2019: Raccomandazioni brevi al Parlamento

Benessere e integrazione socioculturale precoce: due premesse per lo sviluppo sano dei bambini. Protezione dell’infanzia Svizzera raccomanda di approvare il postulato «Strategia per rafforzare il sostegno alla prima infanzia».

Trovate i pareri dettagliati su questo e altri oggetti nelle nostre raccomandazioni.

Sessione primaverile 2019: Raccomandazioni al Parlamento

In questa sessione, le Camere federali si occuperanno della revisione della Legge sulle telecomunicazioni (17.058). Protezione dell’infanzia Svizzera apprezza in particolare che la revisione migliori la protezione dei minori dai pericoli dei servizi di telecomunicazione. I minori subiscono abusi nella vita reale per consentire agli autori di tali reati di fare affari su Internet. Per questo motivo Protezione dell’infanzia Svizzera chiede che i fornitori di servizi di telecomunicazione siano obbligati a segnalare eventuali sospetti di pedopornografia.  

Protezione dell’infanzia Svizzera raccomanda al Consiglio nazionale di seguire la proposta del Consiglio degli Stati e a quest’ultimo di confermare la propria proposta.

Trovate i pareri dettagliati su questo e altri oggetti nelle nostre raccomandazioni.

Sessione invernale 2018: Raccomandazioni al Parlamento

Durante questa sessione, il Consiglio nazionale si occuperà dell’iniziativa parlamentare 03.424 che chiede l’inasprimento della pena per gli atti sessuali con fanciulli.

I minori hanno diritto a uno sviluppo sessuale indisturbato e in nessun caso un adulto può soddisfare i propri bisogni sessuali a discapito dello sviluppo sano di un bambino. Per proteggere i minori, l’iniziativa chiede che la pena massima per gli atti sessuali con fanciulli passi dagli attuali cinque anni a dieci anni.

Protezione dell’infanzia Svizzera raccomanda al Consiglio nazionale di prorogare il termine e di dare seguito all’iniziativa parlamentare al più presto. 

Trovate i pareri dettagliati su questo e altri oggetti nelle nostre raccomandazioni.

Sessione autunnale 2018: Raccomandazioni al Parlamento

Durante questa sessione, il Consiglio nazionale si occuperà del disegno di legge federale intesa a migliorare la protezione delle vittime di violenza (17.062), che mira, mediante adeguamenti del Codice civile (CC), del Codice penale (CP) e del Codice penale militare (CPM), a migliorare la protezione delle vittime di violenza domestica e stalking. La violenza domestica non risparmia mai ibambini, vittime dirette o indirette, per questo motivo occorre sempre dare la priorità al loro interesse. Il disegno del Consiglio federale va nella direzione giusta, dando maggior peso all’interesse del minore in molti ambiti. Protezione dell’infanzia Svizzera punta tuttavia il dito su alcune lacune. 

Protezione dell’infanzia Svizzera raccomanda al Consiglio nazionale di entrare in materia e di accogliere il disegno di legge con gli adeguamenti proposti, volti a rafforzare la protezione dei minori.

La ringraziamo sin d’ora per l’attenzione che vorrà prestare alle nostre raccomandazioni e per il suo impegno a favore della protezione dei minori vittime di violenza!