2019

I bambini hanno diritto a un'educazione non violenta. Oggi è il «No Hitting Day».

I bambini hanno diritto a un'educazione non violenta. Ce lo ri-corda l'odierno «No Hitting Day», la Giornata internazionale dall'educazione non vio-lenta. Diversi studi recenti dimostrano che neanche in Svizzera va tutto per il meglio in questo senso. Ultimamente l'Università di Friburgo ha indagato sul comportamento punitivo dei genitori in Svizzera, arrivando a una conclusione sconvolgente: in Svizzera un bambino su due subisce violenza fisica o psicologica nell'educazione. È tempo che la politica e la società civile agiscano al riguardo.

«Se non sopporto più i bambini, comincio a respirare profondamente.»

La fondazione Protezione dell’infanzia Svizzera lancia la seconda tappa della pluriennale campagna di sensibilizzazione «Idee forti: c’è sempre un’alternativa alla violenza» sul tema dell’educazione. Scopo della campagna è rendere attenta la popolazione sulla violenza psicologica e fisica nelle pratiche educative. I figli non si comportano sempre come vorrebbero i genitori e così nascono discussioni, ci si intestardisce e si urla. In molte famiglie che vivono in Svizzera la violenza fisica e psicologica è all’ordine del giorno. Dopo i bambini, che per primi hanno descritto dal loro punto di vista le esperienze di educazione violenta, ora viene dato spazio alle esperienze dei genitori e dei nonni.