Presa di posizione «La violenza sessualizzata online contro i minori»

La violenza sessualizzata contro i minori – sia online che offline – è sempre reale e devastante. In caso di violenza sessualizzata online, però, spesso le vittime sono lese due volte: la prima quando subiscono l’abuso e la seconda quando le immagini (o video, GIF ecc.) dell’abuso vengono diffuse su internet. Al tempo stesso, l’accesso a minori e a immagini di abusi su minori (pedo-pornografia) non è mai stato così semplice come nell’era di internet. Le segnalazioni di immagini di abusi su minori hanno raggiunto un livello record. I casi di adescamento e di molestie sessuali su minori via internet sono in aumento. Gli sviluppi tecnologici si traducono in forme di abuso sempre nuove, per esempio attraverso il live streaming. Per questo motivo, Protezione dell’infanzia Svizzera si adopera a livello politico e nella società per contrastare gli abusi su minori commessi via internet, per prevenire la violenza sessualizzata contro i minori e per ridurre i rischi su internet.

Il riutilizzo dei testi o parte di questi è consentito soltanto se viene indicata la fonte. Le citazioni devono essere convalidate da Protezione dell’infanzia Svizzera.

Torna indietro