20 giorni di congedo paternità a San Gallo: la Svizzera può fare di più!

Ad oggi, in Svizzera, la legge non prevede ancora un congedo pagato per entrambi i genitori. Con il suo congedo maternità di 14 settimane, la Svizzera non è nemmeno tra i primi della classe. Per questo motivo, Protezione dell’infanzia Svizzera chiede che vengano adottate le basi legali necessarie per un congedo parentale, che permetta a entrambi i genitori di beneficiare di un periodo di congedo dopo la nascita di un figlio. Il congedo parentale è un investimento nelle famiglie, finalizzato anche a proteggere meglio i bambini.

La nascita di un bambino mette sottosopra la vita di una coppia. Nelle prime settimane di vita di un bambino, i neogenitori hanno bisogno di tempo e calma per abituarsi al loro nuovo ruolo, per prestare al piccolo tutte le attenzioni del caso e per instaurare con lui uno stretto legame affettivo. Per lo sviluppo e per la protezione del piccolo è molto importante che in questo periodo abbia intorno a lui le sue principali persone di riferimento, quindi anche il padre.

Un legame che protegge

Dal punto di vista della psicologia dello sviluppo, nella prima infanzia (tra gli zero e gli otto anni) è fondamentale che i genitori creino e consolidino il loro legame con il bambino. Un legame stretto rappresenta un fattore protettivo importantissimo per i bambini ed è essenziale per crescere in maniera ottimale e avere fiducia nel mondo. Per creare questi legami, le principali persone di riferimento del bambino devono poter aver tempo a sufficienza da dedicare al piccolo, essere in grado di recepire correttamente i segnali del neonato e reagire in maniera adeguata. Ma per farlo non devono avere altro per la testa. Il congedo parentale contribuisce a consolidare il rapporto non solo tra madre e figlio, ma anche tra padre e figlio e tra i genitori, oltre a sgravare la famiglia. 

Statistica nazionale della protezione dell’infanzia 2017

Dalla Statistica nazionale della protezione dell’infanzia 2017, pubblicata qualche settimana fa, emerge che nel loro primo anno di vita i bambini sono particolarmente a rischio di maltrattamenti. È stato dimostrato che generalmente i piccoli vengono maltrattati perché i genitori si sentono sotto pressione. Protezione dell’infanzia Svizzera è convinta che ancorando nella legge il congedo parentale si prevengano anche i maltrattamenti nei confronti dei bambini, perché oltre a instaurare un legame con il bambino, il congedo permette anche di proteggerlo. 

20 giorni di congedo paternità a San Gallo

20 giorni di congedo paternità per ogni dipendente dell’amministrazione comunale: questo è il principio approvato questa settimana dal Consiglio comunale di San Gallo. Con questa decisione San Gallo è una pioniera in questo ambito. Tuttavia, anche ancorando nella legge 20 giorni di congedo paternità, non saremmo né pionieri, né degli esempi da seguire, anzi continueremmo a piazzarci a metà classifica. Protezione dell’infanzia Svizzera è convinta che la Svizzera possa fare di più. 

Congedo parentale

Nel concetto di “politica a favore delle famiglie” rientra tutta una serie di condizioni quadro che vanno dalla maggiore flessibilità degli orari di lavoro agli assegni familiari fino al congedo maternità, paternità o parentale. Se i modelli di lavoro flessibile rientrano prevalentemente tra le responsabilità delle aziende, il congedo parentale è invece un compito dello Stato, che le aziende possono integrare a titolo volontario. Il Consiglio federale non sembra riconoscere i segni dei tempi: mentre nel nostro paese si discute ancora se introdurre o meno un congedo paternità, in Europa il congedo parentale, da suddividere tra i genitori, è da tempo una realtà. Il congedo parentale permette ai genitori di prendersi personalmente cura del neonato nei suoi primi mesi di vita, senza il rischio di perdere il posto di lavoro e di essere confrontati con eccessive ripercussioni sul reddito. Xenia Schlegel, direttrice di Protezione dell’infanzia Svizzera: «A nostro modo di vedere, il congedo parentale completa al meglio il congedo maternità attualmente previsto in Svizzera. Permette di sgravare le famiglie e migliora le condizioni di partenza dei bambini, il che si riflette poi anche sulle loro opportunità di sviluppo a scuola e nel mondo del lavoro. È meglio prevenire che intervenire.» 

Contatto  

Xenia Schlegel, direttrice di Protezione dell’infanzia Svizzera, +41 79 431 69 94, xenia.schlegel@kinderschutz.ch

Torna indietro