Giornata contro la tratta di esseri umani: Pubblicato un nuovo manuale pratico dedicato alla prevenzione, all’identificazione e all’assistenza alle vittime di tratta di minori

Il servizio specializzato ECPAT Switzerland della Fondazione Protezione dell’infanzia Svizzera presenta un nuovo manuale dedicato alla prevenzione, all’identificazione e all’assistenza alle vittime di tratta di minori. Sensibilizzando gli specialisti che operano tra le fila della giustizia, della sicurezza, della medicina, dell’amministrazione e dell’aiuto alle vittime e offrendo loro indicazioni operative orientate alla pratica, contribuisce a migliorare il riconoscimento precoce e l’assistenza alle vittime. Al settore dell’asilo è riservato un capitolo specifico.

I dati sui casi di tratta di esseri umani in Svizzera sono insufficienti: si basano sulle indicazioni dei servizi di aiuto alle vittime dei Cantoni e della società civile. Siccome tuttavia i casi riconosciuti sono pochi e le vittime che si rivolgono a un consultorio sono rare, le cifre non dichiarate sono molto più alte. La massima priorità va quindi al riconoscimento precoce delle potenziali vittime. In un rapporto dell’ottobre 2015, il gruppo di esperti sulla lotta contro la tratta di esseri umani (Group of Experts on Action against Trafficking in Human Beings GRETA) del Consiglio d’Europa aveva esortato la Svizzera ad analizzare più in dettaglio la tratta di esseri umani e di minori e a organizzare corsi sul riconoscimento delle vittime destinati alla polizia e alle autorità. Ma anche il Comitato delle Nazioni Unite per i diritti del fanciullo aveva già raccomandato alla Svizzera, nel febbraio 2015, una procedura unitaria in tutti i Cantoni nell’ambito dell’identificazione e dell’assistenza alle vittime di tratta di minori. 

Il manuale contribuisce all’identificazione delle vittime

Un bambino può ricevere l’assistenza e il sostegno necessari solo se è identificato come vittima della tratta di minori. Il nuovo manuale pratico del servizio specializzato ECPAT Switzerland della Fondazione Protezione dell’infanzia Svizzera mostra come riuscirci e come riconoscere i sospetti di tratta di minori. Esistono già indicatori applicati a livello internazionale e nazionale per identificare la tratta di esseri umani. Questi indicatori non fanno però alcuna distinzione per i bambini né si occupano della situazione speciale dei richiedenti l’asilo minorenni.

Il manuale colma queste lacune. Nella prima parte spiega il significato della tratta di minori e le sue forme e illustra speciali segnali di allarme: getta così le basi per sensibilizzare gli specialisti e facilita l’identificazione delle vittime – nell’ambito del processo di asilo, del passaggio della frontiera o della microcriminalità.

La priorità all’interesse superiore del bambino

Altri capitoli si soffermano sulle peculiarità nell’ambito degli interrogatori, dell’accoglienza e dell’assistenza e abbozza soluzioni a lungo termine. Per la prima volta il manuale mostra, passo dopo passo, agli specialisti che operano tra le fila della giustizia, delle guardie di confine, della polizia, della medicina, dell’amministrazione e dell’assistenza cosa fare in caso di sospetto di tratta di minori per garantire l’interesse superiore del bambino. Il manuale è stato elaborato con la partecipazione del Servizio sociale internazionale, della FIZ Fachstelle Frauenhandel und Frauenmigration, dell’Organizzazione svizzera d’aiuto ai rifugiati e dell’Organizzazione internazionale per le migrazioni.

Manuale «Traite des enfants. Prévention, identification et soutien des victimes mineures»

  • Edito da Protezione dell’infanzia Svizzera/ECPAT Switzerland, 89 pag., 2016.
  • Disponibile in tedesco e francese
  • Il manuale può essere scaricato gratuitamente nel formato PDF all’indirizzo
  • kinderschutz.ch/publikationen
    La versione stampata può essere ordinata al prezzo di 25 franchi all’indirizzo
  • info@kinderschutz.ch

Contatto

  • Géraldine Merz, collaboratrice scientifica Protezione dell’infanzia Svizzera / ECPAT Switzerland, telefono 031 384 29 02, geraldine.merz@kinderschutz.ch
Titelseite Handbuch Kinderhandel

Torna indietro